Confronto tra mercato libero e mercato di tutela.

Cosa cambia con la fine del mercato tutelato?

Da luglio del 2020 cambiare il tuo fornitore di energia elettrica e gas sarà più semplice!

In questo articolo troverai alcune indicazioni su come comportarsi nel momento in cui il mercato di tutela per l’energia elettrica e per il gas verrà abolito.

Ti sei chiesto quali possano essere le conseguenze per gli utenti che dovranno affrontare tale passaggio?

È doveroso innanzitutto fare chiarezza sulle differenze tra mercato libero e mercato di tutela.

Ad oggi un utente può decidere di attivare un’utenza in due modalità :

Mercato di tutela

MERCATO TUTELATO

Con il mercato tutelato il prezzo di luce e gas viene regolato dall’Autorità.
Mercato di tutela

MERCATO LIBERO

Con il mercato libero è possibile confrontare le tariffe e scegliere il prezzo più adeguato alle proprie esigenze.
Mercato libero

A partire dal mese di luglio del 2020 verranno abolite le tariffe elettriche e del gas relative al mercato di maggior tutela, di conseguenza ci sarà il passaggio obbligato al mercato libero

Quindi i clienti che finora, nella bolletta della luce e del gas, hanno usufruito del prezzo tutelato dall’Autorità garante (Arera), dovranno scegliere un fornitore del mercato libero.

Se non hai avuto ancora modo di fare un confronto tra mercato libero e maggior tutela, vuoi anticipatamente cambiare gestore, ma hai ancora dei dubbi, qui possiamo darti alcune risposte.

Posso cambiare subito fornitore o devo per forza mantenere il contratto con il mercato tutelato?

Assolutamente no.

Con il mercato libero hai la convenienza di confrontare i prezzi e optare per quello più adatto alle tue esigenze, ad esempio potrai scegliere tra le tariffe monorarie o biorarie.

Quanto mi costa cambiare fornitore?

Cambiare fornitore di energia non costa nulla.
Inoltre sarà il fornitore del mercato libero ad occuparsi di tutte le pratiche e di inviare le comunicazioni di cessazione al vecchio fornitore.

La corrente verrà interrotta quando cambierò gestore?

Quando avverrà il passaggio dal vecchio al nuovo fornitore di energia, non subirai nessuna interruzione dell’utenza.
Il nuovo fornitore si occuperà delle pratiche e in uno o due mesi avverrà il passaggio effettivo.

Che differenza di prezzo c’è tra quello del mercato tutelato e quello del mercato libero?

Il mercato tutelato ha un prezzo che varia trimestralmente ed è stabilito dall’Autorità.
I prezzi del mercato libero invece variano da fornitore a fornitore e molto spesso hanno offerte a prezzo fisso che, in genere, rimane tale per uno o addirittura tre anni!

A cosa andranno incontro gli utenti che non provvederanno in autonomia a cambiare il proprio fornitore di energia e uscire dal mercato tutelato?

Ancora non sono definite le linee da seguire per gli attuali clienti del mercato tutelato.

Tuttavia sono state proposte alcune soluzioni che sono al vaglio:

passaggio allo stesso fornitore del mercato libero con istituzione di aste;

passaggio a una tutela simile alla precedente nel mercato libero , con possibilità di sperimentazione;

● offerte sul portale ARERA

Ti aggiorneremo non appena l’autorità energia avrà definitivamente chiarito le varie opzioni.

Vuoi avere maggiori informazioni e consigli per scegliere la migliore tariffa tra mercato libero e mercato di tutela clicca sul bottone rosso e mettiti in contatto con noi.

Cosa sono le offerte commerciali?

Le offerte commerciali vengono proposte dai venditori del mercato libero dell’energia sotto forma di contratti.

Cosa è il comparatore delle offerte?

È il nostro sistema per confrontare le principali offerte dei fornitori di energia del mercato libero.
Confronta le migliori tariffe rispetto ad alcuni parametri ed esigenze da te indicate in fase di compilazione.
Ti basterà seguire le istruzioni presenti nelle varie schermate per visualizzare l’offerta più conveniente con una stima annua di spesa.