Allaccio contatore: cosa c’è da sapere?

Se si costruisce una casa nuova o se si va ad abitare in un’abitazione dove non è mai stata presente l’energia elettrica, è necessario richiedere un nuovo allaccio del contatore.

Qual’è l’iter da seguire per richiedere un allaccio?

Quali sono i tempi di attivazione?

Cercheremo di spiegarlo in questo articolo

L’allaccio

Cos’è l’allaccio e a chi va richiesto?
Quali dati deve contenere un preventivo per l’allaccio?
Procedura di allaccio
Costo di un allaccio standard.
Cos’è l’allaccio temporaneo e quanto costa?
Da chi viene installato il contatore?

Allaccio corrente

Cos’è l’allaccio e a chi va richiesto?

Può essere realizzato con lavori semplici (interventi alla “presa”)  o lavori complessi (modifica di parti della linea elettrica) e consente di collegare l’impianto del cliente alla rete locale di distribuzione.

L’attivazione o energizzazione avviene quando l’allaccio è già completato ma è necessario, ad esempio, posare per la prima volta o nuovamente il contatore.

Per richiedere un allaccio senza sottoscrivere un contratto di fornitura, ci si deve rivolgere al distributore di energia locale.

Nel caso in cui l’allaccio sia finalizzato ad una successiva attivazione di fornitura, il cliente dovrà rivolgersi direttamente ad una società di vendita.

Quest’ultima, entro 2 giorni, dovrà contattare il distributore e inoltrare la richiesta del cliente.

Per effettuare una richiesta di allaccio, è necessario indicare:

● la potenza di cui si necessita ;
● la tensione di alimentazione ( 230 Volt per le abitazioni, ad es.)
indirizzo di fornitura

In caso di più punti prelievo:
documentazione progettuale dell’insediamento
● numero di punti prelievo
tensione
● fabbisogno di potenza complessiva.

allaccio contatore

Quali dati deve contenere un preventivo per l’allaccio?

Il preventivo per l’allaccio deve contenere:

codice di rintracciabilità della pratica;
data di ricezione della richiesta da parte del distributore;
data di messa a disposizione del preventivo al cliente;
● tipologia d’utenza;
● indicazione tempo massimo esecuzione lavori;
● indicazione dei costi;
● indicazione degli eventuali lavori che, se necessario, deve eseguire il cliente;
● indicazione dei documenti da presentare in caso di attivazione di fornitura;
stima dei tempi previsti per l’acquisizione delle autorizzazioni necessarie per l’esecuzione del lavoro;
modalità di accettazione del preventivo;
● tempi di validità del preventivo (almeno 3 mesi per la bassa tensione);
● nominativo e recapito del responsabile del progetto;
● eventuale richiesta di locali o parti di terreno per eventuali cabine di trasformazione;

Non potrà essere richiesto al cliente alcun importo non presente nel preventivo.

preventivo allaccio

Procedura di allaccio

Una volta accettato il preventivo da parte del cliente, se devono essere eseguiti lavori semplici, il distributore deve eseguire l’allaccio entro 10 giorni.

Se il distributore deve eseguire dei lavori complessi invece, ha 50 giorni di tempo dal ricevimento dell’accettazione.

I tempi non cambiano se la richiesta avviene tramite il fornitore dell’energia o direttamente al distributore.

Nel caso in cui il cliente debba effettuare dei lavori di adeguamento o comunque necessari al fine dell’esecuzione dell’allaccio, i tempi decorrono dal termine di realizzazione di tali lavori.

Se a causa di una mancanza del distributore, il preventivo viene inviato al cliente o al distributore oltre i tempi previsti o il lavoro viene effettuato fuori termine, il cliente domestico con alimentazione a bassa tensione riceverà automaticamente unindennizzo pari a:

€35 per preventivi inviati entro il doppio del previsto;
€70 per preventivi entro il triplo tempo previsto;
€105 oltre il triplo del tempo previsto.

Per i clienti non domestici tali indennizzi sono di € 70, 140 o 120.

procedura allaccio

Costo di un allaccio standard

S’intende un allaccio standard quello che non ha limite di durata è cioè permanente. Per questo tipo di allaccio si versa uncontributo a forfait così composto:
quota distanza : è la distanza calcolata in linea retta tra il punto di fornitura e la cabina di trasformazione (attiva da almeno 5 anni) più vicina. Per l’allaccio di utenze domestiche fino a 3,3 kW si applica una quota fissa. In caso di aumento di potenza verrà richiesto un costo aggiuntivo anche per la quota distanza (superiore ai 200 metri)

quota potenza: è calcolata sulla potenza disponibile richiesta in fase di allaccio. Per queste forniture (fino a 30 kW) la potenza disponibile è 10% in più rispetto a quella richiesta.

contributo fisso: va sempre versato e riguarda i costi amministrativi sostenuti dal distributore.

ANNO 2017
Per distanza tra punto prelievo e cabina di riferimento (Quota distanza) Euro
Quota fissa 185,03
Quota aggiuntiva da applicare per ogni 100 metri o frazione superiore a 50 metri eccedenti la distanza di 200 metri dalla cabina di riferimento, fino a 700 metri 92,75
Quota aggiuntiva da applicare per ogni 100 metri o frazione superiore a 50 metri eccedenti la distanza di 700 metri dalla cabina di riferimento, fino a 1.200 metri 185,03
Quota aggiuntiva da applicare per ogni 100 metri o frazione superiore a 50 metri eccedenti la distanza di 1200 metri dalla cabina di riferimento 370,07
Per ogni kW di potenza messo a disposizione (Quota potenza)  Euro/kW 69,57
costo allaccio

Costo di un allaccio temporaneo

Vengono considerati temporanei quegli allacciamenti la cui durata prevista risulta inferiore ad un anno ed eventualmente rinnovabile.

Per i cantieri la durata è di 3 anni, rinnovabili per altri 3.

Per non incorrere in ulteriori oneri, il rinnovo deve essere chiesto entro la scadenza.

Il costo dell’allaccio temporaneo varia se:

● se eseguito per un periodo di tempo prolungato,a beneficio dei soggetti che presentano richiesta (spettacoli itineranti, manifestazioni, fiere, etc.) si applica il forfait previsto per l’allaccio standard ;
eventuali successive richieste di connessione costeranno €26,90 (con riduzione del 50% se predisposto per telegestione) + contributo fisso di € 27,03.

● se necessaria la realizzazione di impianti di rete nuovi fino a 40 kW, senza la costruzione della cabina e con distanza non superiore ai 20 mt. dall’impianto esistente si paga un forfait che varia a seconda del numero di richieste

● in tutti gli altri casi il contributo è basato sulla spesa relativa sostenuta dal distributore.

costo allaccio temporaneo

Da chi viene installato il contatore?

Il contatore dell’energia viene installato dal distributore.

La realizzazione delle nicchie e delle opere murarie ove verrà posizionato il contatore sono a carico del cliente.

Questi devono essere installati vicino al punto di prelievo ma in posizione accessibile al gestore anche in assenza del cliente.

Nei condomini i contatori vengono installati in un unico vano.
I contatori vanno installati ai confini delle proprietà nel caso in cui queste fossero recintate.

L’energia viene consegnata in un unico punto per ogni unità immobiliare.
Può essere richiesto da parte degli utenti domestici un punto di prelievo aggiuntivo per le pompe di calore o per la ricarica dell’auto elettrica.

Mercato di tutela

Cosa sono le offerte commerciali?

Le offerte commerciali vengono proposte dai venditori del mercato libero dell’energia sotto forma di contratti.

Cosa è il comparatore delle offerte?

È il nostro sistema per confrontare le principali offerte dei fornitori di energia del mercato libero.
Confronta le migliori tariffe rispetto ad alcuni parametri ed esigenze da te indicate in fase di compilazione.
Ti basterà seguire le istruzioni presenti nelle varie schermate per visualizzare l’offerta più conveniente con una stima annua di spesa.